Checklist per validare gli OKRs

Ho conosciuto e iniziato ad apprezzare la validità di OKRs nel dicembre 2019 grazie al mio lavoro. OKRs è l’acronimo di Objectives and Key Results. E’ una metodologia che supporta le organizzazioni per creare un chiaro e ben definito allineamento tra obiettivi e risultati da raggiungere.

Su cosa sono e perché usare OKRs ho scritto un articolo l’estate scorsa.

Al termine di un anno in cui ho iniziato a prendere confidenza con OKRs nel lavoro, sperimentando anche in altri momenti non professionali (organizzazione di un meeting, la stesura di un documento e perfino per le vacanze estive), ho costruito una checklist di domande che mi pongo dopo avere terminato una proposta di OKRs.

Spero che questa checklist di validazione “formale” possa essere un buon punto di partenza con cui rivedere, in modo critico, la definizione degli obiettivi e dei risultati chiave.

Sugli obiettivi:

  • L’obiettivo è qualitativo?
  • L’obiettivo è sufficientemente ambizioso?
  • L’obiettivo è motivante?
  • L’obiettivo è vincolato da scadenza?
  • L’obiettivo ha almeno 2 key results e non più di 5?
  • L’obiettivo si può considerare raggiunto quando tutti i suoi key results sono soddisfatti?
  • L’obiettivo è definito senza dettagliare i sistemi, i progetti e/o le iniziative su cui il team lavorerà?
  • L’obiettivo rispetta la cultura aziendale?
  • L’obiettivo è scritto in modo semplice ed è facile da ricordare?

Riguardando nel complesso tutti gli OKRs:

  • Gli obiettivi definiti sono almeno 3 e non più di 5?
  • Ci sono connessioni con gli obiettivi della tua organizzazione (top-down)?
  • Ci sono obiettivi specifici proposti dal Team (bottom-up)?

Sui risultati chiave:

  • Il key result ha un numero? In altre parole il key result è quantitativo e misurabile?
  • Il key result sta misurando un risultato e non l’effort?
  • Il key result esprime una metrica di successo e non suggerisce cosa bisogna fare
  • Il key result è un outcome? Un outcome è una misura del cambiamento del comportamento dell’utente/cliente
  • Il key result indica il target e la baseline?
  • Il key result è self-contained? In altre parole nella definizione del KR c’è scritto tutto ciò che serve per la sua misurazione?
  • Il key result è time bound?
  • Il key result è il componente di una metrica che produce valore per l’azienda? Valore è diverso da fatturato e EBITDA.

Cosa ne pensi? Quali domande ti poni al termine della definizione dei tuoi OKRs? Fammelo sapere nei commenti.

Bibliografia

  • John Doerr, Measure What Matters, PENGUIN Business, 2018
  • Felipe Castro, The Beginner’s Guide to OKR
  • Jeff Gothelf, Using OKRs to win at work and in life

Questions?

Have a question about this post or anything else? Ask away on Twitter or in my AMA repo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.